Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina

op
italiano | english
Home » Seminari e convegni » 2013 » Democrazia diretta. Il volto di Medusa della politica moderna » Approfondimenti

George Grosz, Friedrichstrasse, 1918, incisione
George Grosz, Friedrichstrasse, 1918, incisione

Democrazia diretta. Il volto di Medusa della politica moderna


Fascino e illusioni della democrazia diretta
Alberto Burgio intende mostrare che cosa rende l'idea della democrazia diretta attraente e preferibile rispetto al modello rappresentativo; e perché questi (apparenti) vantaggi si rivelino ingannevoli e controproducenti.
 
La solitudine della politica? 
Gianni Cuperlo propone una riflessione sulla solitudine della politica. L'intera seconda Repubblica e gli ultimi quindici anni della prima hanno declinato, secondo modalità diverse, il capitolo della crisi del partito politico. Se periodizziamo quest'arco storico a partire dal rapimento Moro, parliamo di oltre un terzo di secolo segnato da una transizione permanente e tuttora irrisolta del nostro sistema istituzionale. In questa stagione la crisi dei soggetti è stata interpretata, di volta in volta, come declino di linguaggio, leadership, strumentazioni (aprendo la strada al filone socio-comunicativo). Con analoga frequenza ci si è rivolti alla disgregazione dei blocchi sociali tradizionali (il filone socio-economico). Meno si è scavato nel collasso delle culture identitarie, con una rimozione sostanziale delle fondamenta dell'edificio costituzionale. In sintesi, lo sbocco di un'analisi mozza della crisi democratica (almeno nel nostro caso, perché sull'Europa la riflessione andrebbe per forza allargata a variabili diverse) è stato, a destra il personalismo proprietario e a sinistra il programmismo amministrativo. Ma entrambe le chiavi sono apparse come depurate da un'idea di Paese e della sua integrazione nell'organismo statuale delineato tra Maastricht e Lisbona. In altre parole, di fianco ai filoni socio-comunicativo e socio-economico, è mancato un terzo filone - definiamolo semplicemente socio-culturale - dal quale però erano dipesi in passato buona parte degli anticorpi utili a prevenire involuzioni e regressioni valoriali (dal confinamento della memoria nella retorica alla privatizzazione dello Stato fino al giovanilismo ideologico). Con una battuta, viste le premesse non si poteva che precipitare dalla "solitudine del riformista" narrata con amarezza da Federico Caffè, a un'inedita (per l'Italia) "solitudine della politica", dove la definizione non è frutto di nostalgia ma della consapevolezza di un'opera di ricostruzione della "costituzione culturale" del Paese.  
 
La democrazia contemporanea e la scelta 'diretta' dei governanti
Sofia Ventura affronterà non solo la questione della democrazia diretta in senso stretto, come può essere inteso il referendum, ad esempio, bensì l'idea che si sta affermando nelle democrazie odierne (all'interno dei processi di 'presidenzializzazione' della politica' o, altrimenti detto, del fenomeno della 'democrazia del pubblico') della legittimità di una scelta diretta o "come se" diretta, dei governanti da parte dei cittadini, e le sue implicazioni per la democrazia rappresentativa. 
 
Illusioni e pericoli del direttismo
Francesco Tuccari ricostruisce un specie di catalogo degli argomenti che sono stati elaborati, nel corso del tempo, contro l'idea stessa della democrazia diretta, con particolare attenzione alle dinamiche delle democrazie contemporanee (rete, e-democracy, twitter-democracy, Grillo, Piraten, populismi vari, etc.), ma partendo più da lontano cioè dalle prime prove concrete (e dalle prime e più note "celebrazioni") del governo rappresentativo.
 
 
 
 

Pagina dei contenuti


icona
icona

Novità

30.09.2015, 09:30
Giochi di parole. La traduzione in età moderna
Mercoledì 30 settembre h 9:30, Palazzo Strozzi - Firenze
22.09.2015, 11:55
Pubblicato il catalogo di Galeno
E' online il catalogo delle traduzioni latine di Galeno....
18.05.2015, 14:30
La nascita della psicologia nella scolastica moderna
Marco Lamanna, didattica integrativa

stampa