Tasti di scelta rapida del sito: Menu principale | Corpo della pagina

op
italiano | english
Home » Seminari e convegni » 2014 » Progetto o utopia? L'idea di "buoni europei" in Friedrich Nietzsche » Recensione

Progetto o utopia? L'idea di "buoni europei" in Friedrich Nietzsche


Il seminario ha preso le mosse dall’analisi dell’Aforisma 376 della II ed. della Gaia Scienza (1886), che ha messo in evidenza il nesso del tema dei ‘buoni europei’ con i nodi teorici del pensiero nietszchiano. Di alcuni motivi è stata sottolineata l’intima tensione, rivelando al contempo la modernità di diverse riflessioni sull’Europa e il suo destino.
Tra i temi dipanati quello dell’«inattualità» dei ‘buoni europei’, presi in un’età di «trapasso» che si muove tra l’eredità del passato e l’«evocazione» di un futuro configurato come un eterno ritorno dell’antico. Allo stesso tempo emergono delle ‘contraddizioni’: da un lato il rifiuto netto di ogni idea di umanità – aspetto centrale dell’aforisma e che si accompagna al rafforzamento della struttura gerarchica della società – coesiste con l’opposizione alla politica degli armamenti che Nietzsche definisce «piccola politica», incarnata dall’azione bismarckiana; dall’altro l’idea di futuro è scissa da quella di «progresso», ossia dalla volontà di assecondare le «sirene del mercato», istanze sansimoniste e egualitarie. Dall’aforisma emerge tuttavia una forte idea di universalità con risvolti estremamente attuali e la cui ricezione, anche in Italia, ha prodotto una lunga riflessione come traspare, ad esempio, dall’esperienza federalista di Altiero Spinelli.

Pagina dei contenuti


icona
icona

Novità

30.09.2015, 09:30
Giochi di parole. La traduzione in età moderna
Mercoledì 30 settembre h 9:30, Palazzo Strozzi - Firenze
22.09.2015, 11:55
Pubblicato il catalogo di Galeno
E' online il catalogo delle traduzioni latine di Galeno....
18.05.2015, 14:30
La nascita della psicologia nella scolastica moderna
Marco Lamanna, didattica integrativa

stampa